La classificazione delle perle coltivate: IL COLORE – parte 5

La classificazione delle perle coltivate: IL COLORE – parte 5

L’ultimo criterio di classificazione delle perle coltivate è: il colore.
In questo articolo analizzeremo prima i colori naturali delle perle coltivate e poi quelli artificiali.

Per coloro che non hanno avuto modo di leggere i precedenti articoli di questa edizione alleghiamo i link:
– La forma delle perle coltivate
– La dimensione delle perle coltivate
– La luminosità delle perle coltivate
– La superficie e il grado di coltivazione di una perla coltivata


I COLORI IN NATURA DELLE PERLE COLTIVATE

Il colore delle perle è forse uno degli aspetti che maggiormente ci viene chiesto di spiegare. Spesso e volentieri si pensa che le perle siano soltanto bianche quando in realtà le perle possono avere molteplici colorazioni naturali. Ad esempio possono essere rosa, nere, gialle…

Le diverse colorazioni sono possibili perché esistono diverse tipologie di ostriche con diverse “carnagioni”. Il colore delle labbra dell’ostrica influenza significativamente il colore della perla che si verrà a generare. L’ostrica infatti depositerà strati di madreperla intorno al nucleo del colore che lei è in grado di produrre.

Ad esempio, le perle di Tahiti sono prodotte dall’ostrica “pinctada margaritifera”, la quale presenta tonalità scure, tendenti al nero ma anche tonalità più chiare tendenti al grigio e al blu. Si avrà quindi che le perle di Tahiti avranno diverse tonalità di colore: nere, marroni, grigie, blu… tutte naturali. Nei prossimi articoli illustreremo le diverse tipologie di ostrica solitamente utilizzate per la produzione di perle.

Riportiamo qui di seguito alcuni dei colori naturali più comuni per tipologia di perla. Ogni colore ha poi diverse sfumature più scure/chiare che sono ciò che rendono unica ogni perla. 

Perle di fiume

  • Bianche
  • Viola
  • Rosa
  • Arancione

Perle Gold

  • Oro
  • Gialle
  • Ocra

Perle Australiane

  • Bianche
  • Grigie

Perle di Tahiti

  • Nere
  • Marroni
  • Grigie
  • Verdi
  • Blu
  • Rosse
  • Gialle

Il colore di una perla è un elemento critico durante la fase di apparigliamento, ossia quando si cercano perle simili tra loro al fine di farne paia di orecchini. È infatti necessario avere lotti vasti per trovare due perle “gemelle” che facciano coppia tra loro non solo per misura e forma ma anche per tonalità. 

LA COLORAZIONE ARTIFICIALE

La colorazione artificiale delle perle permette di avere colori non presenti in natura e di ampliare l’offerta sul mercato di diverse sfumature.
Alcune tecniche di colorazione riescono a riprodurre colorazioni simili a quelle naturali tali da confondere un occhio non esperto.

Uno dei vantaggi della colorazione artificiale è sicuramente la realizzazione di perle con tonalità particolari a prezzi ridotti.
Dall’altra parte essendo la colorazione un trattamento superficiale, il colore è meno stabile ed è più soggetto ad urti e usura nel tempo.
Esistono però trattamenti in grado di alterare il colore delle perle e di durare nel tempo.

Se in dubbio sulla naturalezza del colore consigliamo di chiedere al negoziante informazioni più precise.

close
Trimi Gioielli - Gioielli artigianali in argento
Trimi Gioielli - Gioielli artigianali in argento

Vuoi ricevere il 10% di sconto sul tuo prossimo acquisto sul sito?

Iscriviti per ricevere le ultime novità sui nostri prodotti e articoli

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + venti =


has been added to your cart:
Check-out
Help Chat
Invia su WhatsApp